una coppetta mestruale da cui escono granelli rossi

Ciclo mestruale sostenibile e zero waste

Avete mai sentito parlare di CICLO MESTRUALE SOSTENIBILE?

Possiamo davvero provare ad impattare il meno possibile sull’ambiente anche in un aspetto così delicato della vita femminile?

Questa è stata la mia missione degli ultimi anni, provare ad avvicinarmi sempre più ad un ciclo mestruale sostenibile. Perché mi sta molto a cuore, come donna ma non solo. Crescendo ho preso più consapevolezza e inizio a non farmi andare bene tutti quei pregiudizi e tabù che ruotano attorno ad una cosa così naturale.

Unito a questo discorso (che mi piacerebbe affrontare con voi con più calma) c’è poi quello della sostenibilità. Sto leggendo negli ultimi tempi diversi libri che affrontano il problema dei rifiuti, plastica in particolare. Ho letto numeri (di cui ne ho ricercata la veridicità) che mi hanno davvero scioccata, considerando che riguardano una singola nazione e non il mondo intero. Anche per questo ho inserito diverse proposte zero waste su Biomelodie e spero di riuscire a presentarvene altre.


Non smetterò mai di ripeterlo: ci sono tanti cambiamenti che non possiamo fare, per stili di vita, per motivi economici; altri invece sì. Uno di questi riguarda appunto noi donne ed il ciclo mestruale.

Possiamo evitare l’acquisto degli assorbenti usa e getta, abbiamo tre alternative valide, comode e sostenibili

  1. ASSORBENTI, usa e getta sì, ma COMPOSTABILI

2. COPPETTA: la più semplice da gestire, una volta trovato il metodo di inserimento giusto (la cosiddetta piega), vi basterà svuotarla, sciacquarla e sterilizzarla a fine ciclo. Vi durerà anni.

3. ASSORBENTI LAVABILI: ne esistono forme, dimensioni, tessuti diversi tra cui scegliere e la sensazione sulla pelle è decisamente migliore. Mi sono convertita un paio di anni fa e ne sono entusiasta. Non c’è paragone con i classici usa e getta: potete dire addio a pruriti, irritazioni e sensazioni sgradevoli.

Come li uso?

Quando tolgo l’assorbente lo chiudo nella wetbag per evitare cattivi odori. A fine ciclo li metto tutti in ammollo con acqua fredda e percarbonato nel lavandino e cambio l’acqua 3-4 volte. Poi li strizzo bene e li aggiungo al bucato in lavatrice. Vi consiglio di comprarne un paio e provarli, magari di misure diverse, così da capire meglio di cosa avete bisogno. Sullo shop trovate anche il formato salvaslip, ideali per le piccole perdite di inizio e fine ciclo, oppure per l’uso quotidiano.

❗❗Voglio precisare che questo è un articolo di informazione, consigli, curiosità. Lungi da me dirvi come vivere una cosa così personale❗❗

Chi di voi ha già detto addio agli usa e getta tradizionali? Avete dubbi, domande da fare?
Un abbraccio ♥️♥️♥️

Altri articoli che potrebbero interessarti

Consigli di Biomelodie

Cura dei Capelli

Torna la rubrica dei Consigli di Biomelodie per parlare di CURA DEI CAPELLI con alcune nozioni base che ai più esperti saranno superflue ma spero

Leggi tutto »
Antos

Maschera all’argilla

Come state? Oggi vi mostro un prodotto che ho sempre preparato da me, spesso sbagliando, la maschera all’argilla.Sebbene sia molto semplice unire acqua e argilla,

Leggi tutto »

Iscriviti alla newsletter di Biomelodie e resta aggiornato su novità ed offerte! Per te subito un coupon sconto di benvenuto

Puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento utilizzando il link incluso nella nostra newsletter.